Wednesday, July 24
Shadow

Scopa una sorella minore che è ancora innocente ma ha un alto livello di lussuria

Storia di sesso di uno studente universitario assetato di sesso Questa storia è accaduta qualche tempo fa. Tutto è iniziato quando nuovi studenti sono stati ammessi nel mio campus. Oh sì, ero uno studente in una delle università più famose della mia città. A quel tempo si sapeva che anche lui era un anziano, quindi tutti i nuovi studenti, sia maschi che femmine, obbedivano a tutti i miei ordini.

Il secondo giorno di orientamento introduttivo al campus, ho incontrato un nuovo studente di nome Desy che veniva da fuori dell’isola. Il bambino è carino, dolce e divertente, il che mi rende molto attratto da lui. Ho provato vari modi per avvicinarlo, quindi sono riuscito a farlo diventare la mia ragazza.

Per farla breve, dopo due mesi di frequentazione gli ho chiesto di andare a fare una passeggiata a casa mia che era vuota. Una volta arrivati ​​a casa abbiamo parlato un po’, partendo dalle cose legate al campus fino ad arrivare alle questioni sessuali. Si è scoperto che mi ha servito con entusiasmo, finché la mia mente ha vagato verso cose che non erano possibili.

Ho continuato a provare a provocarlo aggiungendo spezie alla storia e lui si è eccitato. Avvicinai lentamente il mio corpo a lui con cautela, temendo che forse avrebbe rifiutato. Inaspettatamente, non si è tirato indietro, quindi ho provato ancora di più baciandolo. Si è scoperto che ha ricambiato il mio bacio con passione. Sono diventato ancora più audace.

Ho provato a togliergli la maglietta e i pantaloni che indossava. Ohh quanto è bella la forma del suo corpo quando la vedo indossare solo il seno e le mutandine bianche. Non potevo più resistere, mentre succhiavo le sue labbra bagnate, mi sono tolto tutti i vestiti.

È rimasta scioccata e stupita quando ha visto che il mio grosso cazzo era già teso. Si è tolta il pettorale e le mutandine e ha tenuto il mio cazzo dicendo: “Sorella, il tuo è così grande, voglio davvero provarlo…!”

Trattenendo la mia lussuria, ho adagiato Desy sul pavimento.

All’inizio abbiamo faticato abbracciandoci, ma non potevamo fermare la nostra voglia di fare di più. Finché la sua mente sana e il desiderio di trattare Desy come una brava donna scomparvero in quel momento. A quel tempo eravamo circondati da desideri molto elevati.

Des…, voglio baciare il tuo, va bene…?” gli chiesi seducendolo.
“Oh… sorella… fallo e basta, non ne posso più…!” rispose mentre con la mano cercava di trattenere il mio pene che era già dritto.

Ci siamo fatti del sesso orale in posizione 69. La nostra attività è durata 10 minuti e ci siamo fermati contemporaneamente perché evidentemente entrambi volevamo qualcosa di più.

Dopodiché ho iniziato a inserire lentamente il mio pene nel suo buco della verginità. Fece una smorfia di dolore estremo, ma non cercò di resistermi. Sono anche diventato più entusiasta nel scuotere velocemente il suo buco della verginità mentre scuotevo i fianchi.

Dopo 15 minuti in cui giocavamo innamorati, l’ho invitato a volare nel regno del piacere.
L’ho sentito sibilare: “Ssshh.. ahh.. Sorella…, è così delizioso.., allora… Sorella.. sembra che qualcuno stia per uscire..”
Pensavo che avesse raggiunto il suo primo orgasmo, continuavo a scuoterlo e all’improvviso: “Fratello.. sto uscendo..!” e ne sgorgò un liquido denso, bianco-rossastro, segno che avevo penetrato la sua verginità.

Fino a quattro volte ha sperimentato l’orgasmo. Ho visto che stava sperimentando debolezza, ma io stesso no. Col passare del tempo anche la mia resistenza ha iniziato a diminuire. Trattenendo i gemiti di piacere, ho sentito che era giunto il momento di liberare il mio sperma. Ho anche tolto il pene dalla sua vagina mentre gemevo.

“Aaahh.. Desy.. sei davvero grande tesoro..!” e il liquido denso e bianco dall’interno del mio pene si è rovesciato sul suo viso. Poi ha leccato il mio grosso cazzo sorridendo soddisfatto.

Dopo essermi ripulito dallo sperma e dai fluidi femminili, le baciai calorosamente le labbra. Abbiamo fatto di nuovo l’amore abbracciati sul pavimento. Non sembrava che stessimo dormendo profondamente.

Dopo essermi svegliato, ho visto Desy ancora profondamente addormentata sul pavimento. Mi sono seduto per un po’ sul divano. All’improvviso mi sono ricordato di un’esperienza passata quando avevo 15 anni. Ho una zia il cui nome è esattamente lo stesso del nome della mia ragazza. Sì, anche il nome di mia zia è Desy. A quel tempo io e mia zia vivevamo a casa, perché mio padre e mia madre erano fuori città per occuparsi del matrimonio di mio zio.

Poiché avevo paura di dormire da sola, mia zia mi ha chiesto di accompagnarla nella sua stanza. Per coincidenza, nella stanza di mia zia c’erano due letti uno accanto all’altro. Quella notte, a causa della stanchezza, io e mia zia ci siamo dimenticati di mettere il repellente elettrico per le zanzare e, prevedibilmente, tutto il mio corpo è stato attaccato da zanzare che davvero non conoscevano se stesse.

Nel cuore della notte mi svegliavo perché non sopportavo gli attacchi delle zanzare che non si conoscevano. Mi sono girato verso mia zia e ho visto che dormiva profondamente. Poiché la stanza era illuminata solo da una lampada a incandescenza da 10 watt, potevo vedere vagamente il bellissimo corpo di mia zia disteso lì. Eh sì, anche se ha 26 anni, mia zia ha un viso molto giovane e bellissimo. Forse per lussuria, ho osato avvicinarmi a mia zia. Ho visto che la vestaglia che indossava era aperta all’altezza del cavallo.

Ho provato a sbirciare e ho visto un piccolo monticello da sotto le sue mutandine. Ah, come voglio vedere cosa c’è sotto quelle mutandine.
All’improvviso mia zia si svegliò: “Ehi…, cosa stai facendo…?”
Poiché ero sorpreso, ho risposto con noncuranza: “Prima ho visto un topo, zia…”
Zia Desy urlava abbracciandomi: “Ahh…, dov’è il topo…?”
Balbettando nervosamente risposi che il topo era scappato. Tornai a letto e finalmente mi addormentai fino al mattino.

Il giorno dopo, a colazione, ho visto mia zia sorridere tra sé, ma avevo paura di chiederglielo. Sentivo che mia zia sembrava sapere del mio comportamento di ieri sera, ma poiché mi sentivo ancora in colpa per lei, sono rimasta zitta.

Leggi Anche: Fare sesso con la mia cameriera innocente ma sexy

Quella notte volutamente non ho dormito per poter approfittare dell’occasione come la notte precedente. E quel momento arrivò. Esattamente a mezzanotte, quando vidi mia zia profondamente addormentata, mi infilai nel suo letto e cercai di sbirciare. Accidenti, quello che ho visto non erano più le mutandine bianche che indossava di solito, ma un piccolo monticello ricoperto di peli fini. Mentre immaginavo le cose, non mi rendevo conto che mi erano scivolati i pantaloni. Sì, a quanto pare mia zia non ha dormito.

“Non dormi ancora, De…?” chiese.
Mi sono accorta che zia Desy mi teneva i genitali e ho detto: “Wow, è grande, vero?”
“Uhh…, zia solleticante…!” risposi cercando di evitare la sua mano sui miei genitali.

Non solo, perché poi mia zia si è alzata dal letto e ha subito succhiato i miei genitali che erano chiaramente dritti. Ha succhiato, finché non ho sussultato per la sensazione di piacere e un po’ di dolore, perché mia zia era troppo ansiosa di succhiarmi il cazzo, finché i suoi denti non hanno toccato l’asta del mio pene. Zia Desy allora si è tolta tutti i vestiti e mi ha detto di andare di sopra. Mi ha guidato a sdraiarmi sopra di lui.

“De…, vieni su…! Anche la zia sa perché lo vuoi, vero?” disse dolcemente cercando di convincermi.
Mi sono arrampicato e mia zia ha guidato il mio cazzo, che a quel tempo non era ancora troppo grande, nel suo buco femminile mentre gemeva.

“Dai… De…, puoi farcela. Non essere così silenzioso, fratello…! Muovilo avanti e indietro. Dai, sì.. capisco.., ahh che delizioso De..!” ha detto che era pazzo.
Ho davvero cercato di utilizzare tutta la forza e le capacità che avevo acquisito guardando diversi film pornografici per applicarle alle nostre azioni.

“Continua De…, continua così…, deliziosa zia…!” disse lodando l’ondeggiamento del mio corpo e i miei missili che cercavano di soddisfare la brama di piacere di mia zia.
Mi sono sentito bene e alla fine: “Crutt.. crutt.. crutt..!” Il mio sperma è uscito.
“Wow…non è ancora uscito nessuno. Ma va bene…, è normale per i principianti…”
“Oh sì… bi… quanto tempo ci vuole di solito perché lo sperma esca…?” chiesi di nuovo spudoratamente.
“Un’ora…” disse con un debole sorriso.

Continuiamo a farlo in vari stili. Ovviamente mi è piaciuto, perché questa è stata la mia prima esperienza sessuale.

Dopo quella notte, abbiamo fatto sesso diverse volte finché la mia resistenza non è stata davvero messa alla prova. L’abbiamo fatto in bagno, sul divano e ovviamente nella stanza di mia zia. Infatti i momenti trascorsi con mia zia sono ricordi meravigliosi per la mia vita sessuale.

Ho continuato a fantasticare finché non ho sentito la voce di Desy che mi rimproverava: “Sorella…, portami a casa…!” disse abbracciandomi.

“Eh, Desy… sei sveglio…?” chiesi balbettando per la sorpresa.
“Fratellino…, rifacciamolo la prossima volta, ok…?” chiese Manja.
“Sì, più tardi. È carino…?” ho chiesto di nuovo.
“Sì… sono bravo a giocare, Desy è dipendente…!” disse abbracciandomi forte e baciandomi la guancia destra.
“Sì signore… chi va prima…!” risposi baciandogli la fronte.

Solo pochi istanti dopo la nostra bellissima sessione di pomiciata, ci siamo vestiti di nuovo e abbiamo ripulito la stanza che era un po’ disordinata. Poi ho portato Desy a casa e ho sorriso soddisfatto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *