Wednesday, July 24
Shadow

Scopando una bella e minuta vedova di un bambino

Questo incidente è accaduto mentre ero a bordo di Giakarta. Sis Devi è la mia vicina di dormitorio. Questa vedova con un figlio lavora come infermiera in un ospedale. Sis Mila ha un viso bellissimo, pelle pulita, capelli lunghi, è alta circa 165 cm e pesa circa 55 kg e il suo seno è piuttosto grande, ha un viso materno.

La mia storia di sesso con Kak Devi è iniziata quando sono tornato a casa dall’ufficio di Kemaleman per il compleanno del mio amico d’ufficio. Il percorso dall’ufficio al mio luogo di residenza passa attraverso l’ospedale dove lavora Kak Devi. Le condizioni quella notte erano molto fredde perché la pioggia mi rendeva pigro per correre. Proprio di fronte alla fermata dell’autobus ho visto Sis Devi seduta da sola in attesa del trasporto pubblico. Senza pensare, mi sono avvicinato a Sis Devi.

“Signora Devi, vada a casa,” dissi, interrompendo le sue fantasticherie

“Eh, Steven, sì, la sorella ha dimenticato di portare l’ombrello, quindi aspetta che smetta di piovere.”

“Sì, ho la sorella con me”

“Davvero non hai nessuno qui?” chiese Sis Devi

“Non lì, dai, andiamo a violentare qualcuno”, ho detto spaventato

“Eh, sì,” disse Sis Devi e salì immediatamente sul mio porcellino.

Quando viaggia, Sis Devi si abbraccia molto strettamente, sia perché ha freddo, sia perché ha paura. La sua carne bionda era letteralmente sulla mia schiena. “Grazie, Bob, ho viaggiato con te”, ha detto Sis Devi alla pensione SesampMilaa

“Sì Sorella, in fondo sono felice anche perché ho degli amici in viaggio, quindi non mi viene sonno.”

Poi andiamo in ogni stanza. Sono andato direttamente in bagno a farmi una doccia. E si è scoperto che anche Sis Devi, la cui stanza era accanto alla mia, stava facendo la doccia. Questo non mi ha fatto concentrare sulla doccia perché ho immaginato il corpo straordinariamente sexy di Sis Devi senza vestiti.

Dopo la doccia proverò a dormire. Poiché immaginare il corpo di Sis Devi mi rendeva incapace di dormire, ho deciso di andare al parung davanti a comprare le mie sigarette preferite. Dopo aver comprato le sigarette tornerò con la testa nella stanza di Kak Devi. Perché sto solo cercando di sbirciare dal buco della serratura. Si è scoperto che Sis Devi aveva appena dormito con i vestiti e il CD acceso. Poiché Keilah non è svenuta, ho bussato alla porta aperta. Sarò negligente nel silenzio così Sis Devi non si sveglierà.

Mi sono avvicinato lentamente a Sis Devi che dormiva, poi la mia mano ha toccato il suo petto che era ancora avvolto in una maglietta, si è scoperto che Sis Devi non indossava il reggiseno. Lavarmi le mani rispose con un sospiro, forse quello che avevo fatto lo faceva sognare. Presto sentii i suoi fianchi girare e vidi le sue cosce allargarsi. Poi mi sono spostata sotto i piedi di Sis Devi. Ho aperto il CD in modo da poter vedere chiaramente le grosse fette di carne. Non ho perso tempo e ho subito leccato e baciato la figa di Sis Devi. Si scopre che Sis Devi si preoccupa davvero della sua figa. L’odore mi ha fatto arrapare ancora di più.

All’improvviso il corpo di Sis Devi tremò e la Figa sputò fuori il gonfiore, perché la mia posizione stava ancora leccando la Figa, non sorprenderti se il liquido veniva ingoiato da me.

Dopo che il fluido si è calmato, mi sono svegliato. Ho visto Sis Devi ancora addormentata, con una lussuria un po’ più veloce. Mi sono immediatamente tolto tutti i vestiti finché non sono rimasto nudo. Il mio cazzo, lungo circa 16 cm, era già molto duro come se volesse dimenarsi. Poi l’ho diretto verso il buco della figa di Sis Devi e… sleb… sleeebbb…. La testa entrò facilmente perché il buco era ancora bagnato con Kak Devi che sporgeva. Ho sentito che la testa del mio cazzo veniva risucchiata. Il foro è ancora stretto, forse perché è stato inserito da poco.
In quel momento, Sis Devi si svegliò perché il suo corpo era scioccato dall’essere posseduta da un oggetto estraneo. E di riflesso ho schiacciato le sue labbra sexy.

Ma Sis Devi sta cercando di ribellarsi. Ho anche provato a coprirle la bocca con la mia mentre spingeva indietro il mio pene lentamente e più in profondità.

Prima che la mia bacchetta magica entrasse, la punta del mio pene sembrava colpire qualcosa. La resistenza di Sis Devi si è indebolita e ha iniziato a baciarmi di nuovo. Le nostre lingue si scontrarono, si succhiarono a vicenda e i miei fianchi si mossero più velocemente, agitando la figa di Sis Devi.

Dopo che furono trascorsi circa 20 minuti, all’improvviso il corpo di Sis Devi si sentì molto teso, il suo viso era sepolto nella mia spalla, i suoi fianchi erano sollevati e le sue gambe erano attorno ai miei fianchi, facendomi sentire imparziale mentre il suo petto grasso sfiorava strettamente il mio petto e la punta del mio pene colpì la parete del suo utero e una calda esplosione uscì dalla sua figa.

Leggi anche: Palayain ang isang birhen kasama ang aking kasambahay na dalaga pa

Lentamente, il respiro di Sis Devi cominciò a regolarsi e il suo corpo cominciò a rilassarsi di nuovo. Con il pene ancora sepolto nel buco, mi sono anche scusato.

“Scusa sorella, ho visto per sbaglio la porta aperta, quindi ho visto mia sorella dormire con abiti succinti, il che mi ha reso lussurioso”

Poi sussurrò: “Steven, non correre sullo yacht, ho appena finito il ciclo, non voglio rimanere incinta senza marito.” Sentendo questo, le baciai dolcemente anche le labbra, e Sis Devi rispose intimamente. Poi ho iniziato a spingere la mia vita in modo che il mio pene iniziasse ad entrare e uscire dal piacere di Sis Devi. Poi Sis Devi mi ha chiesto di fermarmi e di rimuovere il mio cazzo dalla sua figa. In realtà mi sono opposto, ma potevo solo seguire i suoi desideri. Poi Sis Devi scese dal letto e si avvicinò alla toletta per prendere qualcosa che era una mano lampeggiante.

“Bob, versami un po’ nell’ano, voglio essere sodomizzato”

Rimasi scioccato e ancora una volta potei solo seguire la sua volontà. Dopo che Sis Devi si sarà messa in posa, farò immediatamente quello che ha detto. Poi il mio pene era ancora teso, ho indicato l’ano di Sis Devi. Se il signor Bonda diceva “Makyos”, la sensazione era straordinaria, sembrava che il mio pene succhiasse davvero.

“Sorella, Steven non ne può più…. !!!!”
“Ehm a… fuori… dentro… dentro… e… dentro… semplicemente… bob”
e un secondo dopo la mia deflessione fu interrotta, insieme al suono lamentoso di Sis Devi, si scoprì che anche lei raggiunse l’orgasmo per l’ennesima volta.

“Fratello, grazie, ok…!!!”

“La prossima volta che vuoi dire qualcosa, Bob, non fare così.”
‘Sì fratello”

Dopo il bacio tornai nella mia sala riunioni e poi il giorno dopo facevamo ancora spesso sesso quando l’atmosfera lo permetteva.,,,,,,,,,,,,,,,,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *