Wednesday, July 24
Shadow

COME UNA STORIA DI SESSO SUL CLIMAX

Vorrei presentarmi prima, mi chiamo Krishna. Studio in una scuola superiore nella mia città, Klaten. Ho una ragazza di nome Ayu e anche lei frequenta una scuola elementare nella mia città. Questa storia è una mia vera esperienza e mi ha davvero colpito nel cuore. L’inizio della storia è così: A quel tempo ero pronto e vestito bene per andare a casa di Yusha.

A casa di Yusha, sono stata accolta dalle sorelline di Yusha. In quel momento, Yusha è uscita dopo aver dato da mangiare al suo pollo preferito, mi è stata subito presentata una ragazza carina e bella di nome Ayu.

Io, Yusha e l’altra sorella di Yusha giocavamo poi sulla veranda vicino alla casa di Yusha A quel tempo non provavo alcun sentimento per Ayu ma col tempo… Ma il giorno dopo non mi annoiavo di andare a casa di Yusha. .

Ho subito cercato Ayu. Da quel momento in poi, nel mio cuore è nata la speranza di conquistare il cuore di Ayu. Una volta stavo male, il mio corpo era debole, mi faceva male la testa. Tutto a causa della sfilata di moda a Semarang, ma in realtà quello fu l’inizio di tutto.

La mia vita frenetica come modella richiede molta energia. Le sfilate di moda in macchina con i miei amici della stessa agenzia hanno significato che dovevo accovacciarmi felicemente in una berlina, rinunciando al mio posto per essere utilizzato dalla mia amica When I tornato a casa ho perso molte energie fino a quando quella notte mi sono subito addormentato molto profondamente.

Al mattino ho chiamato Yusha e ho detto che non sarei andata a scuola e ho chiesto il permesso all’insegnante di casa. Inoltre, non ho dimenticato di mandare i saluti ad Ayu che ha fatto sbocciare il mio cuore con bellissimi fiori. Una sera di domenica sera a casa di Yusha, Ayu mi stava aspettando.

Quando ho incontrato Ayu sulla veranda vicino alla casa di Yusha, Ayu ha pianto e ha detto perché non l’ho incontrata e mi sono mancata così tanto. Quando io e Ayu siamo entrati a casa di Yusha, siamo stati accolti dalla madre di Yusha, il cui nome è zia Nana. che era super sexy. A quel tempo, la madre di Yusha indossava un top e una gonna attillati, limitati alla parte superiore delle cosce, rosa trasparente, che rendevano chiaramente visibili le curve del corpo di una donna adulta anche se erano un po’ trasparenti.

In posizione seduta obliqua con le cosce incrociate, sarebbe impossibile sfoggiare questa bella vista e costringere i miei occhi birichini a fermarsi ripetutamente sulle sue cosce lisce.

A quel tempo, la posizione seduta di zia Nana cambiò da incrociata ad ora semi-incrociata con la gamba sinistra abbassata, poi la gamba destra incrociata di lato, aumentando addirittura la posizione della gonna più in alto in modo che si potesse vedere leggermente l’interno delle cosce. .

Si è scoperto che zia Nana indossava mutandine davvero succinte. Piccole mutandine bianche trasparenti in stile punto G con una cinghia sul lato della vita rivelavano la morbidezza dell’interno del suo inguine e la spessa pelliccia nera e fine che rendeva persino i miei occhi birichini. più curioso.

Zia Nana mi ha chiesto di aiutarla a riparare la luce rotta nella sua stanza. Quando ero nella stanza era molto buio perché non c’era luce. Le mie mani cercavano a tentoni una sedia su cui salire perché la mia mano aveva accidentalmente toccato un oggetto morbido e bello.

Si è scoperto che quello che sentivo era il seno di zia Nana, che non era coperto da altro che dal sottile tessuto tengtop. Zia Nana mi ha proibito di muovermi, ma invece ha messo la mia mano tra le sue mani non muovermi, invece mi sono fatto più audace stringendo la morbida collina.

La mia stretta si fece più forte quando sentii i deboli gemiti di zia Nana. “Ahhh…Kriiishhh Terrusss..È così bello…” gemette, invitando la lussuria. Le mani di zia Nana non rimasero ferme.

Le sue mani correvano lungo la mia schiena e continuavano a scendere fino a raggiungere il mio inguine. Lì trovò una forma della mia forza che era stata tesa per molto tempo.

“Agh…zia…mhhh” Non potevo dire niente quindi non mi sono accorta che stavo abbassando le cinghie che legavano il top sulle spalle di zia Nana e continuavo a stringere la bella collina che sembrava ancora stretta.

In quel momento a zia Nana non importava più chi fossi io e chi fosse lei. Lei scese subito e mi slegò cercando il gancio dei miei pantaloni e mi capitò che indossavo dei pantaloni da allenamento, così a zia Nana fu più facile farlo. abbassami i pantaloni. Potresti vedere la mia biancheria intima blu scuro.

I pantaloni erano così piccoli che non riuscivano a coprire tutto il mio cazzo, quindi potevano essere visti sbirciare fuori dalla mia asta eretta.

Le mani di zia Nana afferrarono immediatamente i pantaloni finché non vidi la durezza della mia virilità completamente tesa che si protendeva forte per schiaffeggiare la guancia di zia Nana.

“Oh…Krish è grande e bello, la zia vuole davvero averlo,” disse appassionatamente la zia mentre la sua mano teneva il mio pene. “Ahhh… zia, prendilo e fai quello che vuoi, zia, adesso,” dissi . La mano di zia Nana lo afferrò immediatamente e se lo mise addirittura in bocca.

Zia Nana immediatamente succhiò e strinse mentre ogni tanto muoveva lentamente la mia asta su e giù, facendomi gemere incessantemente mentre le mie mani ogni tanto stringevano il seno di zia Nana.

“Aghhh…zia teerrruuussss..mhhhh” dissi trattenendomi per non far sentire la mia voce davanti a me. Il succhiare, lo stringere e il tremare di zia Nana diventavano sempre più feroci

Il breve racconto poi finisce qui

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *